Home > Agriturismo Ancona

Agriturismo Ancona

Agriturismo Ancona

Città storica, può essere una meta interessante per gite turistiche ed enogastronomiche con meta di soggiorno e relax in agriturismo o in un centro benessere. Puoi scegliere l'agriturismo ad Ancona nel quale riposare e scoprire l'ospitalità marchigiana dall'elenco sottostante o dalle località a lato.

Ancona (AN) - CAP 60100 - città sull'Adriatico con un importante porto, dista da: Bologna km 219, Firenze km 262, Perugia km 139, Roma km 286, L'Aquila km 212.

Agriturismi in Provincia di Ancona

Agriturismo San Settimio AN

Una Tenuta di 400 ettari con tutti i comfort e lo charme che si possono desiderare da una vacanza tra i colli marchigiani.

Agriturismo il Boschetto AN

Il vostro sarà un gradevole soggiorno tra il verde e la natura delle nostre colline ed i nostri numerosi servizi.

Agriturismo la Mansueta AN

Tra un giardino fiorito e un ambiente rilassante potrete godervi la nostra colazione biologica e il nostro paesaggio rurale.

Turismo e territorio

Importante centro di attività industriali e commerciali, trainate dall'attivo porto quasi naturale sbocco verso la Grecia e l'altra sponda dell'Adriatico, la città di Ancona si adagia sui colli a ridosso del Monte Conero. Insediamento preistorico, fu colonia siracusana fino alla conquista romana del 295 a.C., e con i Romani iniziò il suo sviluppo basato sul commercio con la Dalmazia (fu l'imperatore Traiano a decidere l'ampliamento del porto). Possedimento bizantino, devastata da un assalto saraceno nel IX secolo, divenne Libero comune per poi passare sotto il dominio dei Malatesta. Entrata nell'orbita dei possedimenti della Chiesa, decadde fino alla decisione di papa Clemente XII di erigerla a porto franco.

Città risorgimentale, ha subito gravi danni nella Seconda guerra mondiale per i bombardamenti miranti al porto, e nel terremoto del 1972. Ma la città si mostra ancora nel suo splendore a chi la visita, a cominciare dall'arco Clementino (proprio in onore di papa Clemente XII), all'arco di Traiano (115 d.C., in onore dell'imperatore); sul colle Guasco si erge il Duomo romanico, uscendo dal quale si arriva all'anfiteatro romano e poi, nella piazza del Senato, alla chiesa del Settecento dei SS. Pellegrino e Filippo Neri (conserva all'interno un bizantino Crocefisso del Duecento), al Palazzo del Senato e a Palazzo Ferretti, dove è ospitato il Museo Nazionale delle Marche che raccoglie materiali archeologici dal periodo paleolitico a quello ellenistico e greco. In piazza Stracca troviamo il Palazzo degli Anziani, edificato nella seconda metà del XIII secolo e rimaneggiato nel XVIII secolo, dove oggi ha sede l'Università, e la chiesa del Gesù.

In piazza Pizzecolli si trova la chiesa trecentesca di San Francesco delle Scale (con un magnifico portale gotico, e all'interno della quale, tra altre opere, si conserva l'Assunta del Lotto) e Palazzo Bosdari, con la Pinacoteca Civica (ci sono opere del Tiziano, di Andrea del Sarto, del Guercino) e il Museo d'Arte moderna.

Verso il porto, troviamo la chiesa rornanica (XIII secolo) di Santa Maria della Piazza, la Loggia dei Mercanti e il quattrocentesco Palazzo Giovannelli-Benincasa. A piazza della Repubblica si trova la bella chiesa cinquecentesca, poi ricostruita, del SS. Sacramento e, più avanti, l'ex chiesa di S. Agostino.

In piazza del Plebiscito s'erge il Palazzo del Governo, edificato tra il XIV e il XV secolo, e la settecentesca chiesa di San Domenico, al cui interno si trovano la Crocefissione del Tiziano e un'Annunciazione del Guercino. Curiosa la pentagonale Mole vanvitelliana (1733) collegata da ponti alla terraferma. Sulla città domina la cinquecentesca Cittadella, costruita da Sangallo il Giovane, oggi parco pubblico.

Cartina Provincia Ancona